Archive | Blogosfere

Rc auto e moto, i pericoli pasquali fuori città

La Pasqua 2014 si avvicina ed il traffico sulle strade è destinato ad aumentare. C’è chi per le vacanze si sposterà in auto, e chi in moto nello scegliere il mare o la montagna. Per chi si sposta con le due ruote spesso sono proprio le auto a rappresentare una vera e propria minaccia alla sicurezza dei centauri. Questo è quanto emerso, tra l’altro, da un’indagine che è stata realizzata dalla compagnia di assicurazione Direct Line nel sottolineare come quella tra le auto e le moto in strada sia una convivenza che, sebbene pericolosa, è comunque possibile.

In particolare, per i centauri la paura più grande è rappresentata in strada dalle svolte non segnalate, ma chi guida una moto per ridurre i rischi deve sempre prendere in considerazione il fatto che non è scontato che un’auto ci abbia visto. Il centauro prudente inoltre, oltre ad allacciare il casco ed a viaggiare con l’abbigliamento di sicurezza, deve sempre evitare la guida a zig zag nel traffico.

LINK UTILI

Rc auto e benzina, come si può risparmiare

Rc auto 2012: navigare e risparmiare

Comparazione Rc auto per risparmiare

Rc moto 2013 Rc moto 2013 Rc moto 2013 Rc moto 2013


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Plafond Casa risolleverà il mercato immobiliare?

Plafond Casa risolleverà il mercato immobiliare.jpg

La misura del Plafond Casa, caratterizzata da ben 2 miliardi di euro messi a disposizione del sistema bancario attraverso la Cassa Depositi e Prestiti, basterà a risollevare un mercato immobiliare italiano da tanto, troppo tempo in affanno. La domanda è d’obbligo visto che la misura statale per l’accesso ai mutui per la prima casa è partita un po’ in sordina. In accordo con quanto riporta Mutui.it, infatti, ad oggi sono poche le banche che hanno aderito alla misura del Plafond Casa nonostante l’operatività dello strumento sia ufficialmente scattata dallo scorso 5 marzo del 2014.

Sebbene si stimi che a regime la situazione debba normalizzarsi, ad oggi chi si reca in banca a chiedere un mutuo con il Plafond Casa non sempre ottiene tutte le informazioni del caso così come c’è incertezza su quelli che debbano essere i tassi applicati a mutui che dovranno essere erogati sotto la forma di finanziamenti ipotecari agevolati.

Provate il nostro preventivatore mutui: è facile e veloce.

LINK UTILI

Affitto o mutuo? Ecco cosa conviene nel 2012.

Affitto con riscatto: ecco la soluzione se non puoi accendere un mutuo.

Mutuo su casa donata: in pratica sì, in teoria assolutamente no.

Mercato immobiliare 2012: gli italiani sono ottimisti.

Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Finanziamenti ipotecari, domanda mutui sempre timida

Finanziamenti ipotecari, domanda mutui sempre timida.jpg

Nei mesi da aprile ad ottobre del 2013, per i mutui, il valore medio richiesto ha fatto registrare un calo medio del 7%, così come l’erogato ha fatto registrare una contrazione del 4%. Questo è quanto emerso, tra l’altro, da un Rapporto di Mutui.it nel sottolineare di conseguenza come nel nostro Paese per la domanda di mutui regni ancora la timidezza. Peraltro anche negli ultimi mesi c’è stata un’ulteriore limatura al ribasso dei prezzi di acquisto delle case.

E se tutto ciò può rendere appetibile l’acquisto di immobili, a regnare è la prudenza anche considerando il fatto che sono ancora tante le famiglie che non guardano di certo con ottimismo al futuro dal punto di vista lavorativo. La conferma in merito arriva anche dalle ultime stime sulla disoccupazione che in Italia è destinata ad aumentare non avendo ancora raggiunto il suo picco massimo.

Vuoi calcolare la rata per trovare il tuo mutuo ideale? Accedi al preventivatore!

LINK UTILI

Offerte mutui: tasso fisso con Bnl

Mutui agevolati per i giovani, c’è il piano del Governo

Mutui prima casa, imposte e agevolazioni fiscali


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Cuneo: è iniziata la rivoluzione dei Minibond

cuneo2.jpg

Lunedì 17 febbraio, nella sede di Confindustria a Cuneo, si è tenuto un seminario tecnico di aggiornamento sui Minibond. Su iniziativa del Comitato Piccola Industria. L’occasione è stata propizia per spiegare normativa e funzionamento del nuovo strumento di finanziamento per le imprese. 

Ad aprire l’incontro, l’aggiornamento sugli indicatori economici del Piemonte e della Provicia Granda, a cura del Centro studi di Confindustria Cuneo. Poi si sono susseguiti gli interventi di Deloitte, Banca Popolare di Vicenza, Ordine dei Dottori Commercialisti, Esperti Contabili di Cuneo, Banca di Credito Cooperativo di Cherasco e azienda Caar spa.

Mauro Gola, vicepresidente di Confindustria Cuneo e presidente del comitato provinciale Piccola Industria, ha illustrato: “I Minibond non saranno la soluzione a tutti i problemi delle Pmi, ma sicuramente sono uno strumento dalle importanti potenzialità che le piccole imprese devono cominciare seriamente a prendere in considerazione. Nei prossimi anni, lo sviluppo dei prestiti bancari per finanziare gli investimenti non potrà soddisfare pienamente il fabbisogno finanziario delle imprese: sarà dunque fondamentale poter reperire risorse da fonti alternative”.

Secondo l’Aifi, in Italia al momento sono stati costituiti 22 fondi specializzati in Minibond: quest’anno, potranno finanziarie le mini imprese per 3 -4 miliardi. Secondo Cerved Group, in Piemonte ci sono 3.856 imprese, con ricavi oltre i cinque milioni. Sono ben 2.785 quelle con rating “investiment grade”, che potrebbero dunque emettere Minibond. Gola ha concluso: “La rivoluzione dei Minibond è cominciata”.

P.S.: Cerca il prestito che fa per te con il preventivatore di Prestiti.it!


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Prestiti per pmi: ecco la nuova Sabatini

nuovasabatini.jpg

La nuova Sabatini del Decreto del Fare in aiuto alle imprese. Lo scrive Opinionzine, che parla degli incentivi per la concessione di prestiti a tassi agevolati. Ma che cos’è la nuova Sabatini? E’ una forma di agevolazione disponibile per le pmi.

In particolare, a quelle operanti nei settori produttivi della pesca e dell’agricoltura, che investono in impiantistica, macchinari, beni strumentali, nuove attrezzature e tecnologie digitali. La nuova Sabatini prevede la costituzione di un plafond di 2,5 miliardi di euro, incrementabili a 5 miliardi tramite convenzioni tra istituti di credito e intermediari finanziari, Mise, Abi e Cdp. 

Alle piccole, micro e medie imprese potranno essere concessi finanziamenti da 20 mila a due milioni di euro. Le domande potranno essere presentate entro il 31 dicembre 2016. Lo stanziamento complessivo previsto – dal 2014 al 2021 – è di 191,5 milioni di euro. Il contributo sarà pari all’ammontare degli interessi calcolati secondo un piano di ammortamento a rate semestrali, tasso annuale del 2,75 per cento, per un numero di cinque anni, con possibilità di beneficio della garanzia di un fondo centrale con valore fino all’80 per cento del finanziamento richiesto.

Per poter disporre degli incentivi della nuova Sabatini è necessario disporre di una casella di posta elettronica certificata, attraverso la quale inoltrare la modulistica in forma di dichiarazione – domanda finalizzata alla richiesta del finanziamento e all’accesso al contributo ministeriale. Qui dovranno essere inseriti il possesso dei requisiti indicati dagli enti accreditati. Entro il prossimo 10 marzo la modulistica sarà resa disponibile nella sezione denominata Beni Strumentali, sul sito www.sviluppoeconomico.gov.it. Le domande potranno essere inserite dalle 9 del 31 marzo 2014 fino all’esaurimento dei fondi disponibili.L’elenco degli enti finanziatori sarà presto reso disponibile sui siti web www.sviluppoeconomico.gov.it e  www.cassaddpp.it.

P.S.: Cerca il prestito che fa per te con il preventivatore di Prestiti.it!


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Mutui Abi-Cdp alle famiglie: Banca Sella aderisce alla Convenzione

Mutui Abi-Cdp alle famiglie Banca Sella.jpg

Banca Sella è uno degli Istituti di credito che permetterà alle famiglie di ottenere mutui per comprare casa attraverso il plafond Abi-Cdp. Questo dopo che nei giorni scorsi Banca Sella ha aderito all’apposita convenzione per la concessione di mutui agevolati che, in via prioritaria, saranno concessi per acquisto di prime case ed anche con finalità legate alla ristrutturazione ed al miglioramento dell’efficienza energetica.

L’importo massimo concedibile è di 250 mila euro per l’acquisto, con durata fino a 30 anni, e di 100 mila euro per le altre finalità previste a fronte di un piano di ammortamento di durata non superiore ai dieci anni. In accordo con quanto riportato da Banca Sella con una nota, l’adesione alla Convenzione Abi-Cdp si va ad aggiungere alle altre iniziative a sostegno delle famiglie sottoscritte dall’Istituto. Tra queste i finanziamenti a favore dei lavoratori in Cig, ed il microcredito nell’ambito della convenzione tra l’Abi e la Cei – Conferenza Episcopale Italiana.

Cliccando qui potete usare il nostro preventivatore facile e gratuito per trovare il mutuo più conveniente e più vicino alle vostre esigenze di rimborso.

LINK UTILI

Surrogare il mutuo con Banca Sella

Offerta Mutui: Surroga con IWBank

Mutuo BancoPosta: offerta e caratteristiche

mutui unicredit 2013 mutui unicredit 2013 mutui unicredit 2013 mutui unicredit 2013


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Mutui Pmi, Nuova Sabatini: via libera al plafond

Mutui Pmi, Nuova Sabatini via libera al plafond.jpg

Via libera all’operatività della Nuova Sabatini per la concessione di credito per investimenti da parte delle piccole e medie imprese. Questo dopo che in data odierna il MiSE, Ministero dello Sviluppo Economico, l’ABI, Associazione bancaria italiana, e la CDP, Cassa depositi e prestiti, hanno siglato l’apposita Convenzione che sblocca un plafond pari a complessivi 2,5 miliardi di euro. Trattasi di somme che le banche aderenti potranno utilizzare per la concessione di credito per investimenti fino alla data del 31 dicembre del 2016.

Possono essere finanziati a tassi agevolati, tra gli altri, gli investimenti in macchinari, attrezzature, impianti. Ed ancora investimenti in beni strumentali, hardware, software e per l’adozione di tecnologie digitali. La presentazione delle domande per i finanziamenti agevolati potrà essere presentata dal prossimo 31 marzo del 2014, ma già dal 10 marzo prossimo online, sul sito Internet del MiSE, saranno messi a disposizione i moduli per la presentazione delle richieste.

Calcola il mutuo che fa per te! Vai al preventivatore!

LINK UTILI

Tutte le news sul mutuo a tasso variabile

Tutte le news sul mutuo a tasso fisso 

Il mutuo a tasso fisso variabile di Deutsche Bank

Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio Euro: moneta a rischio


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Mps – Compass: raggiunto accordo sulla concessione di prestiti

mpscompass.jpg

Monte dei Paschi di Siena e Compass hanno siglato un accordo per rilanciare il credito al consumo. Il gruppo Mps potrà erogare prestiti Compass nelle proprie filiali, che sono oltre 2.300 in Italia. Entrambe le società hanno espresso compiacimento per il sodalizio venutosi a creare.

Monte dei Paschi ha la possibilità di raggiungere imponenti obiettivi, prefissati nel piano industriale di durata quadriennale, dal 2013 al 2017, valorizzando la rete commerciale e concedendo possibilità di credito alle famiglie attraverso l’offerta di prodotti di partne terzi, nonostante questa sia una fase di mercato sfavorevole. 

Compass, finanziarie del gruppo Mediobanca, per bocca dell’amministratore delegato Gianluca Sichel, ammette che l’accordo servirà per rafforzare l’immagine e diventare leader di mercato nel campo del prestito al consumo. Non solo: grazie alle filiali Mps, crescerà la capacità distributiva. La finanziaria, negli ultimi anni, ha già stretto rapporti di partnership con oltre 50 banche del nostro territorio. E ora può distribuire i propri prodotti in 7.500 filiali di istituti di credito italiani.

L’intesa permette di ampliare le offerte attuali di Consum.it, società finanziaria di credito al consumo del gruppo Mps, fornendo ai clienti grande varietà per quanto concerne durata, entità e tipologie di finanziamento. 

P.S.: Cerca il prestito che fa per te con il preventivatore di Prestiti.it!


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Mutuo ipotecario o casa in affitto, spesso non c’è alternativa

Mutuo ipotecario oppure casa in affitto.jpg

Per la casa è meglio comprarne una con un mutuo, oppure vivere in affitto? Ebbene, specie per le giovani coppie, spesso non c’è alternativa. Il mutuo, con contratti di lavoro non a tempo indeterminato, o non viene concesso oppure può rappresentare una soluzione troppo rischiosa. Ne consegue che vivere in affitto è l’unica soluzione, ma nelle grandi città i canoni di locazione sono proibitivi. Che fare allora?

Ebbene, secondo l’Adoc in Italia occorre sostenere anche il mercato degli affitti con incentivi che rappresentano un investimento non solo economico, ma anche sociale. D’altronde proprio un’indagine dell’Adoc rivela che in Italia i redditi sono più bassi rispetto alla media europea mentre le bollette a parità di consumi sono più care. Con la conseguenza che i soldi per l’affitto e per le bollette impegnano oltre il 60% del reddito delle famiglie.

LINK UTILI

Mercato immobiliare casa vacanza, rallentamento delle compravendite

Quanto costa la rata di un mutuo in base al capitale da finanziare.

Famiglia italiana, un italiano su tre vive ancora con i genitori.

immobiliare turistico immobiliare turistico immobiliare turistico immobiliare turistico


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Milano Assicurazioni, FonSai: processo, info per gli azionisti

Milano Assicurazioni, FonSai processo, info per gli azionisti.jpg

La prossima tappa per il processo Fonsai è fissata per il 21 febbraio del 2014. Ne dà notizia Altroconsumo nel precisare che c’è ancora tempo per gli azionisti, compresi quelli della Milano Assicurazioni, per attivarsi e per costituirsi parte civile nel processo. Per agevolare le adesioni l’Associazione mette a disposizione online, dal proprio sito Internet, un questionario.

Dopo aver inserito ed inviato i dati Altroconsumo contatterà l’azionista attraverso il proprio team di legali. Gli azionisti, nel costituirsi parte civile, potranno così avanzare la richiesta di risarcimento in ragione dei gravi reati contestati che spaziano dal falso in bilancio alla diffusione di informazioni economiche non veritiere, e passando per la manipolazione del mercato.

LINK UTILI

Rca auto: nasce la raccolta punti

Assicurazioni auto online con sconto hotel

Rc auto addio col car sharing

Azioni FonSai Azioni FonSai Azioni FonSai Azioni FonSai


Continua la lettura dell’articolo su Blogosfere

Pubblicato inBlogosfere0 Comments

Pagina 1 di 4312345...102030...Ultima »